×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 137

(lettera aperta di Gianluigi Trianni candidato della lista “L’Altra Emilia Romagna”)

Add a Comment

 

Quintavalla (Aer): «Basta grandi opere e sblocca Italia, sblocchiamo la prevenzione e la manutenzione del territorio»

Add a Comment

L’ALTRA EMILIA ROMAGNA

Comitato di Modena

Proposte per la ricostruzione dell’Emilia

Negli ultimi due anni l’Emilia è stata colpita dal sisma, dall’alluvione del Secchia e da una serie di altre calamità che hanno profondamente colpito ampie fasce della popolazione e mutato il volto di una porzione del territorio regionale. La ricostruzione avviene in modo contraddittorio: quella degli edifici pubblici procede in modo spedito, ma lo stesso non si può dire per la ricostruzione privata delle abitazioni e delle attività produttive e commerciali, che soffre i limiti di una impostazione burocratica non in sintonia con le esigenze di efficacia e tempestività di chi vive il disagio del post sisma e post alluvione. Senza considerare che i parametri di calcolo degli indennizzi non coprono proprio il 100% del costo di pieno ripristino degli immobili.

Alla luce di queste brevi considerazioni avanziamo alcune proposte per la ricostruzione e rivendichiamo ancora una volta l’urgenza di una legge quadro sulle calamità che codifichi gli interventi nell’emergenza e le successive fasi di ricostruzione

Add a Comment

3 NOVEMBRE 2014

Sono qui con voi, dopo alcuni mesi di impegno molto assorbente nel Parlamento europeo, perché a mio parere siamo di nuovo a un bivio, proprio come dicevamo di essere quando nacque, nell’inverno 2013, la lista L’Altra Europa con Tsipras. Non dico “Siamo in emergenza” perché questa parola è stata sequestrata, come vedremo, e va maneggiata con circospezione estrema. Perché rimanda alla nozione – e alle pratiche politiche e giuridiche – di uno Stato di eccezione dal quale è urgente uscire.
Il bivio è stato raccontato in vari modi, dopo il 25 maggio. Cito solo l’ultimo – il testo di Marco Revelli uscito sul Manifesto il 27 ottobre – cui aggiungerei vari altri testi, tra cui quelli, per me particolarmente importanti, scritti da Guido Viale. In essi vediamo raccontate le divisioni che hanno caratterizzato la nostra esperienza, spesso fratricide, assieme alle nostre aspettative o speranze.

Add a Comment

 

Qui di seguito puoi leggere il manifesto de L'Altra Emilia Romagna come primo passo per la partecipazione alle Elezioni Regionali del 23 Novembre 2014; è un prodotto collettivo che ogni militante de L'Altra Emilia Romagna ha contribuito a plasmare, perché noi crediamo e pratichiamo la democrazia partecipata.

 

Tra di noi non c'è nessuno che è più uguale di un altro.

 

Ogni decisione viene presa in assemblea, ogni militante può esprimere la propria opinione sicuro che verrà presa in considerazione, ognuno di noi è considerato in quanto persona perché per noi vengono

 

Prima le persone

 

Add a Comment

Alcuni giorni fa anche il Senato pone la fiducia al Decreto Sblocca Italia. Via libera alla ricerca ed estrazione di idrocarburi. Alla realizzazione di ormai superati progetti di autostrade. La politica delle grandi opere quando sono necessarie più modeste opere per migliorare la qualità di vita dei cittadini, la sicurezza ambientale e far ripartire l’Italia. Sono necessarie opere di bonifica, di riqualificazione urbana ed energetica, di sicurezza sismica, di abbattimento di manufatti abusivi, impianti di recupero e riciclo dei rifiuti, riqualificazione e messa in sicurezza degli edifici scolastici, di manutenzione delle strade, del trasporto pubblico locale e della mobilità dolce oltre a opere di riqualificazione degli edifici privati. In questo decreto gli inceneritori (ma non solo) diventano "impianti di termotrattamento e costituiscono infrastrutture e insediamenti strategici di preminente interesse nazionale ai fini della tutela della salute e dell’ambiente. Tutti gli impianti, sia esistenti che da realizzare, devono essere autorizzati a saturazione del carico termico”. 

Questa legge quindi avrà molte ricadute anche sul nostro territorio. Dall’inceneritore all’acqua pubblica, alle trivellazioni, allo stoccaggio gas di Rivara, all’Autostrada Cispadana. Inascoltate le proteste di tutte le maggiori associazioni ambientaliste italiane.

Add a Comment

La cosa più chiara del programma di Bonaccini per il governo dell’Emilia-Romagna è la retorica inconsistente su cui si fonda, centrata sull’ammiccante riferimento a quella malintesa “bellezza” che l’assegnazione dell’Oscar al film di Sorrentino ha sciaguratamente promosso a cifra assoluta di un’identità italiana da spendere sui mercati internazionali.

Lo sviluppo, quindi, viene tradotto nei termini di una competitività territoriale tutta affidata a quel presunto talento creativo che dovrebbe rinfocolare l’eldorado del genius loci, fra cultura, gastronomia e artigianato artistico.

Add a Comment

Ricerca e crisi

L'investimento in cultura, Università e ricerca mette d'accordo gli economisti, dai liberali ai keynesiani, ai marxisti.

Add a Comment

Cerca nel sito